venerdì, marzo 23, 2007

I Film Romantici e D'amore che fanno battere forte forte il nostro cuoricinoPart II

Oggi parlerò di altri Films romantici e d'amore che molte persone prendono come esempio per portare avanti le loro relazioni amorose o almeno cecono di imitare:

Titanic:



Film che ha travolto, Purtroppo, la mia generazione eccovi qui servito il Kolossal delle storie d'amore...

Allora ora scriviamo di cosa parla sto bel filmetto:

Vi è un poveraccio che riesce a vincere, a carte, due biglietti per il Titanic (III Classe).

Prende e sale li con un suo amichetto.

Ma nel Titanic c'è anche na cara ragazza ricca, viZZiata, che però si sente prigioniera dell'etichetta e dell'avere tutto.

La ragazza tenta il suicidio e Il bel Di Caprio la salva.

I due si conoscono ed è amore a prima vista.

Lei capisce che con l'attuale fidanzatino non può vivere perchè la costringe a non essere se stessa e gli impone una certa etichetta che lei non sfanga proprio. Poi lui è un falso arrivista, cinico, materialista e abbastanza "Bigotto" come la società benestante del tempo... Si lo dipingono in modo da fartelo odiare in tutti i modi...

Invece il bel Di Caprio è dolce romantico sensibile per nulla attacato al denaro e all'etichetta...

Ma il loro amore deve essere un amore "Segreto" visto che l'alta società non l'accetterebbe e a lei costerebbe tutta la sua fortuna (infatti lei odia i ricchi ma non gli dispiace esserlo...); quindi devono nascondere le loro scappatelle.

Il fidanzatino di lei lo capisce e cerca in tutti modi di intralciare questa storia d'amore infatti fa in modo che lui passi per un ladro e lo fa arrestare. All'inizio lei crede che il caro Di Caprio l'abbia presa per il culo ed il suo solo intento era di rubare i suoi averi...

Ma poi scopre che non è vero e cerca di farlo liberare...

Ma nel mentre il Titanic si stianta su un Aisberg e va a fondo.

Lei se potrebbe salvare in un scialuppa ma scappa per andare a cercare il su amato e riesce a trovarlo.

Cercano in qualche modo di salvarsi in una scialuppa di salvataggio ma non ne trovano una. Allora in qualche modo riescono a trovare un coso dove aggrapparsi e rimanere a galla ma lo spazio è piccolo quindi lei sta fori dall'acqua e lui no.

Lei la mattina dopo se sveglia e lui è congelato e stiantato (li vi dico la verità ero felicissimo... vedere stiantare Di Caprio a quei tempi mi rendeva felice visto che a quell'età era un mito delle mie coetanee ed un po' di invidia nei suoi confronti la provavo).

Ecco qui la recensione de sto film contenta Lypsak? ;-P

Passiamo al prossimo:

L'ultimo Bacio:



Questo film mi ha fatto veramente schifo ora vi spiego il perchè:

Oltre al mio odio nei confronti di Muccino e la su maledetta Famiglia il film è veramente patetico:
1) una coppia di sposini freschi freschi,
2) una coppia di trentenni in attesa del loro primo figlio;
3) un'altra coppia di giovani con un bambino appena nato;
4) una vecchia coppia di ultracinquantenni in piena crisi;
6) un ragazzo appena mollato dalla sua fidanzata;
7) un impenitente "sciupafemmine" che cambia donna ogni sera;
8) una diciottenne che si innamora per la prima volta.
Poi c'è Accorsi fa sempre il trentenne con sindrome di Peter Pan o in crisi tardo adolescenziale che lo porta a fare la solita cazzata e a rovinare quasi tutto. Allora giorno del su matrimonio che fare se non Baciare Martina Stella? La pora Mezzogiorno giustamente si incazza e lo sta per mollare lui in qualche modo riesce a cavarsela e a salvare il loro Rapporto ma il caro Muccino deve lasciarti con l'amaro in bocca sennò che soddisfazione c'è? S lei alla fine va a correre per il parco e ha molto probabilmente un colpo di fulmine nei confronti di un altro pazzo che è li a correre nel parco alle 5 de mattina il film finisce con un sorriso malizioso della Mezzogiorno...
Che schifo.

Terza Recensione:

Il Diario di Briget Jones:



Questo Film parla di una trentenne zitella svrappeso ed insicura alla ricerca del vero amore.
Sembra trovarlo con il suo capo (interpretato da Hugh Grant) che sembra dargli tutto se stesso e il suo amore...
Ma vi è un terzo in comodo (interpretato da Colin Firth) il quale viene denigrato e disegnato come un bastardo sciupa femmine da Hugh Grent.
Ma il fidanzatino di Briget viene brascato mentre la cornifica e lei ci rimane de merda e riprende ad ingrassare ed ha tralasciare il suo aspetto fisico disprezzando sempre di piu' noi maschietti...

Ma il caro Colin Firth la fa ricredere e gli spiega tutta la verità su se stesso facendogli capire che il vero rovina femmine e bastardo è il caro Hugh...
Nascie così na storia d'amore fra i due che culminerà con una scazzotata tra i due spasimanti (si la Renée Zellweger ha un bel viso e molto dolce ma non credo che una ragazza in sovrappeso in quel modo riesca a far fare a cazzotti due sex symbol come Grant e Firth ceh al loro scrocchiare di dita hanno tutta la Phia che vogliono...).
Ma alla fine Briget e Firth se sposano e vivono felici e contenti...

E si mi spiace ma non riesco ad emozionarmi davanti a sti film e non mi riesco neanche di cercare ad imitare i protagonisti per sedurre le giovin donzelle o a continuare a "sorprenderle" quando ci sto insieme...

Sarò strano oppure sano voi che ne dite?

Adie

Etichette: ,

8 Comments:

Blogger Marco Ferri said...

Non era un film, bensì un telefilm, ma te lo segnalo lo stesso: "Uccelli di rovo", uno di quei polpettoni strappalacrime che all'epoca mi fece due testicoli così!
Ma anche ET, quando esso muore, faceva lacrimare i miei amici (io nò perchè già allora ero stronzo). E non dimentichiamo Ghost.Una mia amica molto oca lo vide tre volte di seguito e pianse sempre.Mi odiò parecchio e non mi cagò per giorno e giorni quando mi vide/sentì sbadigliare durante la scena madre!

7:02 PM  
Blogger Giovanni said...

Insomma chiamarli film mi sembra di far un complimento ai registi

7:06 PM  
Blogger David said...

Non ti ringrazierò mai abbastanza per aver recensito il mio film preferito (stocàzzo), Tritanic.

Film sono film (è indubbio un certo uso del montaggio), almeno dal punto di vista tecnico, però la parola POLPETTONE (seppur indichi una vivanda a me molto gradita) ATROCE (e di cattivo gusto, nel caso di Tintanic) mi sembra più adatta a descriverli.

7:13 PM  
Anonymous Lypsak said...

Non ti ringrazierò mai abbastanza per aver recensito il mio film preferito (stocàzzo), Tritanic.

Film sono film (è indubbio un certo uso del montaggio), almeno dal punto di vista tecnico, però la parola POLPETTONE (seppur indichi una vivanda a me molto gradita) ATROCE (e di cattivo gusto, nel caso di Tintanic) mi sembra più adatta a descriverli.

7:13 PM  
Blogger David said...

...scusa il doppio (triplo) post, ancora c'ho da capire chi è 'sto David che ha preso possesso del mio browser...

7:14 PM  
Blogger Vavvo said...

ci è quel filme bello d'amore che si chiama:
MARCELLINO CAZZINGOLA
o quello bello delle donne sole tipo il nome non me lo riocrdo, ah si eccolo ora mi ricordo:
CIONDOLO DAL CLITORIDE DE TU' MADRE NEGRA
ma il più bellissimo che ho mai visto si titola come mio fratello:
PALOINCULO

9:26 PM  
Blogger Vavvo said...

vorrei ringraziare chiunque si ricordi dove ho messo le chiavi della moto

9:27 PM  
Blogger IO_ME_STESSO_ME said...

Ben venuto a Marco Ferri un fil dove ci sono in mezzo gli Ucelli mi rimane male da vedere...

Giovanni: forse hai ragione

Lypsak: bo ora indagherò

Vavvo: Io me ricordo bene il film Palo in culo e si la scena del tost usato come lubrificante nella scena dell'inculata è ME-RA-VI-GLIO-SA!!!!!!!!!
Le chiavi l'hai appoggiate nello sfintere de Colombo l'altro giorno... te devo ricordare sempre tutto io...

Adie

4:12 PM  

Posta un commento

<< Home