mercoledì, dicembre 24, 2008

Mc Gyver o A-Team?


Cari mie quale tra questi due telefilm Cult degli anni 80 vi piaceva di piu'?

Mc Gyver che riusciva a costruire un reattore nucleare con una spilla da balia e un pacchetto di Masticoni (gomma americana) o i piani ben riusciti di Anibal Smith e dell'A-team?

Adie

Etichette:

14 Comments:

Anonymous Oscar Raffone said...

Mc Gyver, naturalmente.

A-Team era una serie faziosa che insinuava che non solo i negri (Mr. T) potevano fare la parte dell'eroe del film, ma addirittura che anche UNA DONNA (GASP!!!) possa far qualcosa che non sia lustrare, pulire, spazzare, accudire, lucidare, far la spesa, ecc (insomma i ruoli che le affida madre natura).
Oltretutto nessuno del gruppo se l'era mai trombata (la Melinda Culea era una bella gnocca, no?), dal che si deduce che erano pure tutti finocchi!

2:41 PM  
Anonymous SussurroDiFata said...

Auguroni di Buon Natale e Felice Anno Nuovo...che ti porti solo cose belle!!! ^_^
Un bacione

4:42 PM  
Anonymous linda said...

I give you my URL like promised !!
ciau

http://brodo.uniss.it/

7:58 PM  
Blogger ggrillo said...

"con una spilla da balia e un pacchetto di Masticoni"... ah ah!

la mia risposta è Mc Gyver!

10:54 PM  
Blogger Marco Ferri said...

Io preferivo A-Team perchè c'era la Melinda Culea

8:56 PM  
Anonymous Anonimo said...

dì la verità, ti sfasciavi di seghe con la cuginetta Daisy di Hazard e vuoi mascherarlo parlando di altri telefilm...

3:07 PM  
Blogger Marco Ferri said...

@ anonimo delle £.07 pm:

Certo! E mica solo con Daisy di Hazzard: anche con Pamela di Dallas, le Charly's Angels, La Wonder Woman, la donna bionica, ecc.

Non lo nascondo e non me ne vergogno!

9:24 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ieri sera t'ho visto al prato con Ulrico Vergone. Ma che ci facevi ??!!!

O_O

3:34 PM  
Blogger Vavvo said...

sicchè mi inculi le battute... bravo!

5:41 PM  
Anonymous Anonimo said...

toh! ariecco vavvo!! era ora...

12:15 PM  
Anonymous Lypsak said...

McGyver, ma solo perché era talmente fuori di testa che non poteva esser considerato credibile.
e poi A-Team lo davano a un'ora in cui non ero in casa per vederlo! :)

12:15 PM  
Anonymous Marcoh il marocchino di Saione said...

Il cimurro è una malattia virale altamente contagiosa che colpisce il cane ed anche altri animali selvatici quali ad esempio procione e mustelidi. La malattia è diffusa in numerose aree del globo ad eccezione delle zone a clima caldo e secco come l’Africa. La malattia ha un’incidenza più elevata nei soggetti giovani (3-6 mesi) e nei mesi freddi e viene trasmessa sia per via aerogena (inalazione del virus) sia attraverso le secrezioni oculari e nasali, le feci e le urine degli animali infetti. A causa della penetrazione del virus attraverso il naso e la bocca, nei primissimi giorni dopo il contagio, si noterà solamente un ingrossamento dei linfonodi del muso e del collo. In seguito, a causa della diffusione del virus e della sua localizzazione nell’apparato respiratorio, digerente e nervoso insorgeranno tutti gli altri sintomi. Dopo un periodo di incubazione di 3-7 giorni comparirà febbre con anoressia (l’animale smette di mangiare), scolo nasale ed oculare, congiuntivite, sonnolenza, riflessi rallentati, tosse, starnuti, diarrea e vomito. A volte si presentano lesioni cutanee simili a pustole. In caso di coinvolgimento del sistema nervoso si avranno sintomi variabili sia per forma che intensità: incoordinazione motoria, spasmi, convulsioni, movimenti in circolo, alterazioni del comportamento, contrazione dei muscoli della mandibola e paresi. I sintomi non sono specifici e quindi per poter effettuare una diagnosi è necessario ricorrere al Medico Veterinario a cui sarà necessario riferire in dettaglio tutti i sintomi osservati. A causa della mancanza di una terapia adeguata l’unico mezzo di difesa efficace risulta ancora una volta la prevenzione. Per cui è bene far vaccinare dal Veterinario il cucciolo prima che raggiunga l’età a rischio e ripetere con regolarità i richiami annuali del vaccino ed evitare il contatto con animali infetti prima dell’instaurarsi della protezione immunitaria.

2:22 PM  
Anonymous Gheorghiou Stalemi said...

Il colesterolo è uno steroide, cioè una molecola lipidica costituita da quattro anelli policicloalifatici (condensati tra loro in formazione trans) e una coda alifatica, oltre ad eventuali gruppi funzionali. La struttura policiclica di base prende il nome di ciclopentano peridrofenantrene.

La parola colesterolo proviene dal greco chole (bile) e stereos (solido), ma è stata utilizzata per la prima volta nel 1894. La desinenza -olo deriva dal fatto che sul C3 del primo anello di carbonio [A] è presente un radicale idrossile .OH (IUPAC) tipico degli alcoli alifatici, della serie delle sterine (o steroli). È formato dall'idrocarburo C27:H46, nel quale ad un H si sostituisce gruppo idrossilico -OH (IUPAC). La sua formula bruta è C27:H45.OH. È bianco ed ha una consistenza simile a quella della cera. La sua presenza era già stata riscontrata nei calcoli della cistifellea già nel 1784, ma solo nel 1975 il premio Nobel John W. Cornforth ha precisato l'orientamento spaziale degli atomi di idrogeno sulla molecola. Il colesterolo è indispensabile per la vita animale. Le piante contengono colesterolo solo in lievi tracce e altre sostanze lipidiche strutturalmente simili (fitosterine o fitosteroli).

L'uomo produce per biosintesi autonoma la maggior parte del colesterolo necessario, negli adulti tra 1 e 2 grammi al giorno. Solo una piccola parte (in media 0,1 fino 0,3, massimo 0,5 grammi) viene assunta con l'alimentazione: la maggior parte del metabolismo del colesterolo avviene nel fegato. Il contenuto di colesterolo nell'organismo umano è di ca. 150 grammi.

3:29 PM  
Anonymous Oscar Raffone said...

OT (come tutti i miei commenti):

Ma è possibile che in 60 e passa anni che noi facciamo marce e manifestazioni contro Israele che stermina i palestinesi, contro la Cina che stermina i tibetani, contro l'America che stermina gli iracheni, sempre contro l'America che fa l'embargo contro Cuba, dico mai una volta che sia una che i palestinesi, i tibetani, gli iracheni ed i cubani abbiano fatto una manifestazione contro la mafia che stermina gli italiani in Italia?

Eccheccazzo! Sempre noi a preoccuparci per gli altri, ma loro mai che si preoccupino per noi.

Ma questo è egoismo puro!

Che si vergognino que' zozzoni, comunisti, pezzenti, negri e pure ingrati

Eccheccazzo!

3:39 PM  

Posta un commento

<< Home