martedì, ottobre 14, 2008

Quelo

In questo periodo c'è molta crisi la gente non sa piu' dove stiamo facendo cosa stiamo andando in questo periodo c'è molta crisi c'è molta violenza per fortuna c'è QUELO!!!!!!!!!!!!!!!!!




Finalmente ho Ritrovato il mio DIO W W W QUELO

Come non si fa a credere in lui voi che ne PenZate?
Adie

Etichette: ,

10 Comments:

Anonymous Oscar Raffone said...

Macchè crisi e crisi!

Non c'è nessuna crisi!!

E' solo l'ennesimo complotto comunista-giudaico-negro-zingaro-frocio-lesbico-islamico-massonico per dominare il mondo libero e civile (e bianco).

In realtà la borsa va bene, le banche sono oneste, i soldi ci sono, il benessere pure, i prezzi diminuiscono, le tasse idem ed Emilio Fede è un vero giornalista, non come quei servi dei complottisti di cui sopra come Travaglio e la Gabannelli!!!

Se leggete notizie contrarie a quanto sopra, è perchè ci sono infiltrati nei media che ve le danno!!!!

W Berlusconi!

W Emilio Fede!

W Geronzi!

W Colanino!

W Moratti!

W Tronchetti Provera!

I veri salvatori dell'Italia.

E W pure la fica, certo!

6:28 PM  
Anonymous Anonimo said...

raffone ha rotto il cazzo, segalo

8:46 PM  
Anonymous Anonimo said...

lo puoi fare... censisci

8:47 PM  
Anonymous Anonimo said...

e censura

8:47 PM  
Blogger ggrillo said...

Quelo è bèlo.

8:37 AM  
Anonymous grisson said...

Oscar ti sei dimenticato anche di dire W Sandoka....

Adie

10:20 AM  
Anonymous dessd said...

mitico QUELO!

3:10 PM  
Anonymous Giandomenico Schietti said...

L'esercizio del potere attraverso il controllo e la repressione

In tutte le società, anche quelle di natura animale, c'è il problema del potere.

Non si deve credere a niente di strano. Il potere non è altro che la possibilità di soddisfare i propri bisogni, senza fatica.

Non essendoci mele per tutti, Dio, si volle garantire l'esclusiva reprimendo il desiderio di Adamo ed Eva.

Ma la fatica eccessiva e la repressione generano rabbia e risentimento. E quindi inevitabilmente il destino di ogni mela negata è quello di essere desiderata, rubata o distrutta.

Con il progresso tecnologico si potrebbero dare mele a tutti. Un trattore fa il lavoro di mille contadini e un computer di diecimila impiegati. Ma il potere non riesce a liberarsi dall'ottica del controllo e della repressione.

Non c'è più nessuna necessità di reprimere i desideri e controllare le persone affaticate, escluse, deluse, frustrate, bisognose, arrabbiate e risentite. Eppure le società usano le proprie migliori risorse per controllare e reprimere il malcontento generale invece che per produrre libertà, ricchezza e soddisfare i bisogni di tutti.

Il potere deve essere di tutti. Ognuno deve poter soddisfare i propri bisogni.

2010: Eliminazione Povertà, mele per tutti!

11:15 PM  
Anonymous Anonimo said...

invito a riconoscere questa citazione colta:

"w la figa, e anche er culo!"

11:24 AM  
Blogger Marco Ferri said...

Più che di "Quelo" preferisco essere un fedele servitore della "Quela".

Poi uno può fare come vuole...



Ps:

@ Giandomenico Schietti:

invece delle mele, potremmo avere "patate"?

3:16 PM  

Posta un commento

<< Home