giovedì, settembre 18, 2008

Circu' Framenti Festival 2008 edizione bagnata edizione sfortunata

Cari i mie voi l'edizione di quest'anno di Circu' non è stata un gran che fortunata sopratutto grazie al tempo.

Allora cominciamo piano piano con il racconto:

Sabato mattina: il celo è nero che minaccia pioggia e lei arriva fino alle ore 14:30 circa.

Il tempo sembra rimettersi e così alle 16:00 inizia la sfilata degli artisti di strada per il centro cittadino dove succede di tutto: una pazza aggredisce uno degli artisti davanti al proprio negozio rompendogli parte della strumentazione. Ma cari i mie non finisce qui: telefonata anonima alla polizia in cui si segnala che vi è un tipo losco e pericoloso che va in giro con con dei coltelli. Il tipo pericoloso che andava in giro con i coltelli era il nostro Fachiro che usava i coltelli (senza lama e stondati) per il proprio spettacolo e la polizia glieli vuole sequestrare...

Dopo queste gli artisti tornano all'anfiteatro e cominciano ad esibirsi e a fare spettacolo. I bambini come gli adulti sembrano divertirsi ma la pioggia arriva inesorabile.

I bambini come i genitori restano stoicamente sotto la leggera pioggia che continua a bagnare la giornata.

La pioggia è ad intermittenza smette e riprende.

Intanto arriva la prima Tegola per le avverse condizioni climatiche lo spettacolo "Invisibile" della compagnia 320 chili è saltato.

La pioggia sembra finita.

Quindi si inizia ad essere convinti che il concerto di Tonino Carotone si possa svolgere senza problemi sul palco.

Ma poco prima del concerto comincia a Piovere cosa che non consente a Tonino di esibirsi sul palco. Ma lui vuole suonare a tutti i costi e si fa montare un gazzebino davanti agli stand gastronomici e si mette a fare un concerto acustico (o come dicono quelli fichi Ampalagghette).



La sera si conclude alla fine bene (per le condizione termo-climatiche avverse).

Il giorno dopo ci si sveglia con un bel solarino che ci fa sperare che almeno la seconda giornata vada bene.

Alle ore 11 si fa partire la sfilata e sembra andare tutto bene.

Ritorniamo all'anfiteatro e parpapa!!!!! che fa non comincia una leggera pioggerellina?

Però finisce subito e gli spettacoli si svolgono alla perfezione.

Si richiudono i cancelli dell'Anfiteatro dicendo alla gente che il Festival riprenderà alle ore 15.

Ma alle ore 14 inizia a piovere quanto dio la manda fino alle ore 16:30 circa facendo diventare l'anfiteatro impraticabile per il fango.

Vado all'ingresso a dire a che sfidando il tempo era venuto lo stesso che il Festival era stato annullato causa maltempo.

Questa è il resoconto piu' o meno dettagliato di Circu' 2008 speriamo in megli per il prossimo anno.

Adie



Etichette:

29 Comments:

Anonymous Anonimo said...

1)si scrive CIELO, come tre metri sopra il CIELO.

2)l'aggressione al cosidetto "artista" e la denuncia del fachiro è emblematica dell'aria che tira. e mi fa ridere un sacco. Ci sono filmati? W il DVCE!

3)la parola artista sarebbe meglio usarla in riferimento a gesta più nobili di tirare un birillo per aria e vestirsi da pagliccio.

4)mi semmbra che il signore quast'anno vi abbia preso in simpatia, ma si sa, lui è buono e giusto.

5)porco dio, porca madonna, tutti gli angeli in colonna.

3:20 PM  
Anonymous Anonimo said...

allora si sarà bagnata anche la fica...
w la fica MOLLA!

4:15 PM  
Blogger ggrillo said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

7:51 PM  
Blogger ggrillo said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

7:52 PM  
Blogger ggrillo said...

Perchè la "pazza" avrebbe rotto la strumentazione? Non rispondere perchè è pazza che non vale!

7:52 PM  
Anonymous Giandomenico Schietti said...

Non ci sono donne per tutti.

Per ogni ragazza disponibile per una storia di amore duratura, o semplicemente ad avere un rapporto sessuale, ci sono almeno 500 uomini pronti a tutto, anche ad ammazzarsi fra loro per il controllo del territorio, a derubare l'intera comunità per ostentare ricchezze, o andare in guerra per sottomettere le popolazioni straniere e portare in patria i bottini e le schiave sottomesse.

C'è bisogno di puttane.

La professione più simile al mestiere più antico del mondo è sicuramente quella specialistica di tipo medico-infermieristico (pulizia dei denti , esame del sangue, elettrocardiogramma, visita oculistica... ). Va fatta con la stessa preparazione e con la stessa attenzione nei riguardi del cliente, ci vuole il luogo adatto, strumenti professionali, conoscenza del corpo umano. Ma di più perchè spesso richiede l'utilizzo di parti intime e mucose, e la messa in gioco corporale totale.

E' un mestiere importante che non tutte le persone sono in grado di svolgere.

Ci vuole dedizione, preparazione, competenza, abilità pratica, amore e coraggio.

Fra i mestieri tipicamente femminili è forse quello che va stimato di più soprattutto per via della discriminazione che storicamente questa categoria professionale ha dovuto sopportare.

In genere, con le dovute eccezioni, le puttane sono tutte donne fantastiche.

Poi ognuno va dal dentista con cui si trova meglio o che gli conviene di più. Lo stesso per qualsiasi altro tipo di prestazione medica o infermieristica. Però le puttane sono al top fra le categorie professionali femminili.

La prostituzione è quindi un mestiere dignitosissimo, di tipo medico-infermieristico, che va valorizzato con l'istituzione di una scuola di formazione professionale e un esame da superare per poter esercitare in proprio, in cooperativa o come dipendenti. Il prezzo di una prestazione deve corrispondere a quello di una visita specialistica privata.

Va istituito anche un servizio gratuito per persone non abbienti e, nel caso di scarsità di professioniste, va pareggiata la domanda con l'offerta attraverso il servizio civile obbligatorio femminile retribuito, a sorte, da svolgere prostituendosi.

Ben vengano altre idee per risolvere il problema, ma la verità è questa: non ci sono donne per tutti.

9:49 PM  
Anonymous Anonimo said...

elimini i commenti? lo fa solo mastella nel suo blog.

12:07 PM  
Blogger Grisson said...

Mai eliminato commenti in vita mia

Adie

12:28 PM  
Anonymous Oscar Raffone said...

A Giandomè! Se hai bisogno di trombare, fà come tutti gli altri puttanieri: sgancia!
Altro che "servizio gratuito per persone non abbienti"!

E cambia spacciatore!

4:49 PM  
Blogger Vavvo said...

ma almeno ciofo hai trombato?
w la fica

8:17 PM  
Anonymous Anonimo said...

e i commenti 3 e 4 dove sono spariti?
Nel culo del Signore?

3:22 PM  
Anonymous Giandomenico Schietti said...

Senti, Oscar Raffone, così non va!

Tu non puoi trattare con disprezzo i miei commenti. Io non scrivo di cazzate ma di problemi seri, e propongo soluzioni., le uniche soluzioni esistenti

Io ho tutto il diritto di diffondere la verità, io che a differenza di te la so.

Tu invece non hai il diritto di ostacolare, criticare, vilipendere la mia opera, perchè io cerco di aiutare la gente ed il futuro di questo pianeta, inclusi il tuo e quello dei tuoi figli.

Se tu conosci la soluzione ai problemi, dilla pure, anche se non hai bisogno di cercarla in quanto ce l'ho già io. Altrimenti taci. Continua a scrivere i tuoi commenti razzisti ed offensivi, se ciò ti fa sentire realizzato, ma lasciami stare, ignora i miei commenti e continua a cuocere nel tuo brodo.

Chiaro?

E lo spacciatore cambialo te!

4:03 PM  
Anonymous Anonimo said...

che fine ha fatto davide nini?

7:00 PM  
Anonymous Anonimo said...

Starà spulciando tutte le leggi, sotto-leggi, commi, articoli del codice civile italiano alla ricerca degli estremi per una querela.

L'aveva promessa.

9:44 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ma avete visto a Castelvolturno?
Roba da pazzi!
Sono negri e pretendono di aver ragione!
Incredibile!!!

10:49 AM  
Anonymous Lypsak said...

Penso che stroncherò la mia tesi (ancora a mezzo, non fa così tanto male) in testa all'anonimo n°1 per l'illazione che gli artisti di strada non siano veri artisti. Attentatté.

Per il resto, fra quelli che alle 16.30 di sabato volevano venire all'anfiteatro c'ero anche io, ma appena ho messo il piede sulla soglia di casa ho fatto la doccia, quindi ho creduto bene di rimanere al caldino sul mio lettuccio (di bestemmie).

Che ad Arezzo sia invasa ormai dalla gentaglia piccoloborghesuccia che non si ricorda che sarà per sempre legata alla ZOLLA anche se si atteggia a gran signora per bene, timorata tiTTìo e dalle cosce ben chiuse è arcinoto, e le auguro che tutti i rappresentanti di questa gentucola vengano messi in galera dalle forze dell'ordine che tanto si premurano di lisciare (ma che mandano senza rimpianti a prenderla in culo se i loro macchinoni lanciati a tutta velocità o parcheggiati sui marciapiedi prendono un bel multone) con accuse tipo estorsione, percosse aggravate, razzismo, spaccio di coca etc...
Maledetti schifosi, mi vergogno quasi di esser nativa di questa città.

Augh.

12:01 PM  
Blogger ggrillo said...

I commenti li ho eliminati io: me ne sono partiti tre uguali per sbaglio e allora ne ho tolti due.

1:12 PM  
Anonymous Anonimo said...

Bravo ggrillo, fai luce su un vicenda che poteva gettare ombre sulla democrazia di questo blog, dove tutti possono dire ciò che vogliono.

Io adesso dico W la FICA molla, il papa è brutto, schifani è onesto e nessuno puo dirmi nulla.

5:03 PM  
Anonymous Anonimo said...

Posso anche dire che gli artisti di strada fanno cacare il cazzo e che la pazza aretina è in realtà una paladina del nuovo ordine.

W la FICA molla

5:04 PM  
Anonymous Anonimo said...

I fannulloni dell'Alitaglia gioiscono invece di disperarsi (che tra un po' dovranno cercarsi un lavoro vero, la pacchia è finita).

I negri del sud invece di gioire che ci sono 7 concorrenti (nel business della dorga,prostituzione,furti) in meno, protestano.

Il mondo è fatto a rovescio

W la figa, quella almeno è sempre verticale

11:37 PM  
Anonymous Anonimo said...

w la fica negra che si vende per le vie. è molto più difficile di darla via nei ministeri.

2:40 PM  
Anonymous Anonimo said...

gli artisti di strada danno fuoco alle cureggie?

4:40 PM  
Anonymous Anonimo said...

perchè quello che nel passato era chiamato giullare e faceva ridere anche gli artisti ora si chiama ARTISTA?

4:42 PM  
Anonymous franco guidotti said...

@ anonimo delle 4.42

La storia è fatta di cambiamenti, che riflettono la capacità dell'uomo, creatura dotata d'intelletto, di aggiornarsi sempre, di essere sempre al passo con l'incedere del tempo. di reinventarsi sempre nuovo e migliore. Negli Stati Uniti qualche anno fa i neri non potevano salire nei mezzi pubblici ma il prossimo presidente sarà nero. Un cambiamento di non poco conto, che però manda a puttane anni di glorioso razzismo, di linciaggi e di straordinaria segregazione razziale. Maledetti americani, che la negritudine vi porti alla rovina.

7:57 PM  
Anonymous Oscar Raffone said...

@ Franco Guidotti (un'altro che si firma. Bravissimo!):

Eh...'sti americani!

Ma non diamoci per vinti: le lezioni preside(ME)nziali non sono ancora state fatte e potrebbe vincer l'altro, quello bianco-il-cui-nome-non-me-lo-ricordo-ma-fa-lo-stesso-tanto-comanderanno-sempre-le-multinazzionali-mica-il-presidente-ed-amen.

Ma mi dispiace per gli elettori del partito di Obama (Bin Laden): l'alternativa era una donna, come dire "dalla padella...alla padella!". Già non san guidare un'auto, figuriamoci una nazione (Citazione dai Gem Boy)

Ma col tuo post cosa vorresti dire? Che anche noi tagliani avremo in futuro un presidente della ripobblica tutto negher come un prete nel carbone? (però, tenendo conto che ciò farebbe venire un altro ictus al Bossi e che magari sarebbe quello buono che lo manda afare compagnia a Togliatti, non sarebbe mica una cattiva idea, eh?)

Oppure, meglio ancora, una presidentessa donna, anzi, no, un transgender, sì, insomma, un frocio vestito da donna tipo vladimirlucsuria. Potremmo dire di esser più avanti degli ameriCANI.

Che ne pensate, popolo di blogghers?

11:50 PM  
Anonymous Anonimo said...

In Itaglia regna la malavita. Ci sono ben 4 associazioni malavitose internazionali radicate su 4 regioni, che controllano tutto il paese. La camorra uccide 6 neGri e il commneto della simpatica gente campana è: "se vengono qui devono rispettare le regole". Cioè pagare il pizzo alla malavita. Due baristi milanesi linciano un neGro, si grida al razzismo, ma gli itaGliani brava gente tranquillizzano tutti dicendo "lo avremmo ucciso anche se bianco". (vabbè, se è così...) Mafiosi, corruttori, corrotti, condannati popolano il parlamento. I concorsi per lavorare sono una farsa colossale, le raccomandazioni e il clientelismo. Qualsiasi giovane non paraculato non troverà mai un lavoro. L'uso di cocaina sta fottendo una intera generazione e le istituzioni, che la usano, cazzo se la usano, fanno finta di combattere la droga. La gente s'interessa più a Veline (belle tope, ci mancherebbe...) e merdate simili che al futuro del paese. Un piazzista che non ha ancora spiegato dove ha preso i soldi, corruttore, mafioso ecc... è presidente del consiglio dei ministri più ridicoli della storia politica (senza nulla togliere a quelli di prima o ombra di adesso). Si risolvono i problemi nascondendoli e non parlandone più alla televisione (vedi spazzatura e puttane) come ai tempi del fascio (lì c'era il cinegiornale). In mancanza di una vera classe di imprenditori le uniche vere risorse sono l'arte e l'ambiente, che sono in mano ad un manipolo di pericolosi cementificatori ignoranti. Le leggi vengono fatte solo con il beneplacito di un tedesco nazista che crede di parlare con Tio, circondato da pedofili e vagabondi. Ecc.. ecc.. ecc...
Oscar Raffone & Co., sicuri che il problema del paese siano i neri?

10:08 AM  
Anonymous Oscar Raffone said...

@ anonimo delle 10:08 AM:

Certo, sarei un pazzo a credere che il problema dell'Italia siano solo i negri.
Infatti sono solo una delle voci della lista.
Le altre sono i comunisti, gli ebrei, gli zingari ROM (ma anche MILAN, TORIN, ecc.), i mussulmani (ed i mussulpiedi), i froci, i drogati, i cinesi, i russi, i preti cattolici, i noglobal, i fans (e le fans) dei tocchiotel ed anche (per par condicio) le comuniste, le ebree, le zingare, le mussulmane, le finocchie,ecc. Ah, sì, anche i sanmarinesi (sennò chi-so-io raglia ancora).
Una volta eliminate fisicamente queste categorie, vedrai che noi restanti (bianchi, di razza caucasica, atei, non comunisti, non tossici), potremo far dell'Italia un posto migliore.

Viva la democrazia (e la democracugina)

9:42 PM  
Anonymous Anonimo said...

raffon è zotico
w la pelata della fica, quella lì umidiccia quando la tocchi che pare n' apricotta

11:20 PM  
Anonymous Anonimo said...

raffone fa rima con coglione

11:38 PM  

Posta un commento

<< Home