lunedì, febbraio 05, 2007

Un Venerdì di Ordinaria follia


Ho fatto passare tre giorni dagli scontri che hanno portato alla morte di Filippo Raciti per poter così scrivere un post piu' freddo e ragionato.
Perchè Perchè Perrchè?
Perchè allo stadio devo andare armato?
Perchè devo andare allo stadio carico d'odio?
Perchè invece che supportare e tifare la mia squadra devo insultare il mio avversario?
Perchè se l'albrito non fischia un rigore, un fallo o un fuorigioca devo iniziare a tirare in campo di tutto?
Perchè se la mia squadra perde devo sfogare la mia rabbia contro i tifosi avversari o gli agenti di polizia?
Perchè poi si lamentano degli stadi vuoti?
Perchè dicono sempre che sono 4 imbecilli?
Perchè un Bambino non può andare allo stadio?
Perchè devono entrare la politica nei cori e negli striscioni dei "tifosi"?
A questi domande è difficile dare una risposta.
Ecco quale era l'animo con cui io andavo allo stadio (dico andavo visto che è un anno che non ci vado per lo schifo che provai per alcuni comportamenti da parti dei "Tifosi"):
andavo allo stadio al massimo con una sciarpa della squadra della mia città, andavo a supportare essa cioè a tifare per lei cercando di incitare i giocatori che erano in campo non ad insultare gli avversari, la città di loro provenienza razza e colore.
Infatti venivo spesso infamato dai capo tifosi perchè non partecipavo ai cori in cui non si cercava di tifare la propria squadra ma di infamare la curva ospite o non partecipavo ai vari BUU nei confronti dei giocatori di colore.
Qui veramente si è persa la retta via!!!!!!
Ecco come è nato lo sport:
se fate caso i primi sport sono nati alla fine da situazioni di guerra: corsa (se devi affrontare un esercito o ritirarti correvi), nuoto, pugilato e lotta greco romana (lo scontro corpo a corpo), tiro del giavellotto, lancio del disco e tiro con l'arco (per attacchi a lunga gettata). Questi sport nascevano si dalla guerra ma servivano per esorcizzarla: degli atleti si sfidavano in uno stadio per far vedere chi era il migliore nelle arti "belliche" senza però ferire ed uccidere nessuno. Nell'era classica quando vi erano le Olimpiadi le varie guerre tra i popoli si fermavano.
La lealtà sportiva dei tifosi e degli atleti era indubbia.
Invece ora, soprattutto nel calcio, c'è di tutto violenza, corruzione, odio, doping e spesso manca la cosa piu' importante la cultura sportiva, in cui si accetta la sconfitta anche se immeritata.
Tornando agli Ultrà un giorno parlavo con uno di loro, non mi ricordo il contesto preciso ma vi erano state delle scene di violenza in qualche stadio, lui mi rispose che è giusto che i tifosi facciano a botte e sia con l'altra tifoseria o con le forze dell'ordine, perchè li c'è gente incazzata che si fa il culo in fabbrica tutta la settimana e deve sfogare la violenza contro qualcosa e qualcuno... Questa cosa mi lasciò sbigottito e a bocca aperta ma cazzo demolisco mezza città meno delle persone perchè sono stressato ed incazzato ed è giusto che faccia questo? Ma che siamo matti? Ma comprati un Sacco e un paio di guantoni e sfogati dando i cazzotti a lui invece che ad una persona!?
Un'altra cosa che mi ha disgustato anche parecchio è stata vedere l'immagine della scritta dietro la sede del Tirreno che diceva che con la morte di Raciti si era fatto pari con la morte di Carlo Giuliani... Prima cosa la tifoseria di Catania non è mai stata famosa per essere una tifoseria di sinistra anzi... Seconda cosa che cazzo centra PORCO DIO (scusate la bestemmia ma mi è scappata) la politica, il G8 con quello che è successo a Catania?
Poi perchè si deve policitizzare tutto? Cazzo!!!!! Ripeto io vado allo stadio per tifare una squadra per vedere uno spettacolo uno sport non vado a fare politica o a cazzotti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Questa dovrebbe essere la vera mentalità non quella di quei tifosi che ci vanno per sfogare la loro rabbia e violenza. Poi basta con dire che sono 4 scemi perché 4 scemi non devastano una città o le zone periferiche o vicine allo stadio. Basta anche con l'omertà delle società che non denunciano i fatti, i contatti o le minacce che subiscono da questi gruppi di "tifosi" che fanno aumentare il marcio che vi è nel mondo del calcio.
Io dico la verità amo il calcio lo seguo lo gioco (si gioco in un campionato amatoriale) queste scene mi fanno passare l'amore per questo sport, anche se so che la mia ipocresia e passione (spero sana) mi farà continuare a seguire questo sport malato e marcio.
Adie

Etichette:

4 Comments:

Anonymous vavvo said...

te li ricordi i bei tempi di quando si andava a vedere le partite del calcio inglese? Certo Anfield Road non assomiglia, nemmeno un poco, al Massimino di Catania. E comunque io prenderei Matarrese e lo impiccherei

2:57 PM  
Anonymous Fabio Cologigi said...

Il mio ragioniere è un idiota e io gli spacco la faccia. Dice: ' ..nello stesso giorno sono morte 140 persone a Bagdad '
E io: ' e che cazzo c'entra !!'
L'ho detto così forte che lui è rimasto zitto, quel deficiente!
A mezzogiorno, zitto, come sempre, se n'è andato; poi m'è sembrato di vederlo ridere quando si allontanava cercando di non spezzare con il piede le linee del selciato, quel cretino!
' Checazzo centra !'
Mi ha lasciato sulla scrivania la postapubblicità della Standa..quel deficiente!

3:59 PM  
Blogger socioweb said...

il mio commento a quanto accaduto a Catania: clicca e leggi

5:31 PM  
Anonymous Anonimo said...

Se stava meglio quando c'era il poro ducie.
Lui si che li metteva tutti d'accordo.

Piglialli e amazzalli tutti. Poi gni passa la voglia.

3:41 PM  

Posta un commento

<< Home