martedì, febbraio 13, 2007

Gli sport piu' belli del C.N.S.F.



Ieri mi è capitato per caso in mano il volantino del C.N.S.F. ( Centro Nazionale Sportivo Fiamma... il nome è un po' inquietante che ne dite?) o letto le attività sportive ed alcune mi han fatto stiantare dalle risa.

Oltre ad esserci tutti gli sport ed arti marziali che un buon Marince deve conoscere ci sono altri bellissimi sport ve li cito in ordine alfabetico:

Aereomodellismo (dove ci vuole una grande preparazione atletica... e si se l'areoplanino te se stianta in un albero devi essere bravo ad arrampicartici...).

Arrampicata (alò andiamo a fare una bella arrampicheta che la sue c'è laria bona).

Biliardo e Biliardo sportivo (me dite la differenza tra queste due discipline?).

Calcio Balilla (e si si deve essere dei grandi allenatori e preparatori atletici per allenare gli omini del calcio balilla... però manca il Subbuteo...)

Fuoristrada (Sport dove devi andare nei fossi con la macchina...).

Kick Boking (io conoscevo la Kick Boxing... ma perchè non l'hanno chiamata con l'italico nome calcio-pugilato?).

Orientamento (questo sport coinsiste nel andare in mezzo ad un bosco, legarsi un bavaglio negli occhi, girare diverse volte intorno a se stesso e poi trovare la via per tornare a casa oppure invece che il cane da tartufo addestrano il camerata da tartufo?).

Promozione e difesa dei diritti Umani (Sport dove devi difendere la razza ariana ed italica...).

Promozione motoristica (Sport dove devi correre piu' veloce dell'avversario per cercare di vendere la macchina ad un acquirente che arriva al tuo concessonario).

Salvamento (Sport dove ti insegnano a salvare il tuo mento quando fai a cazzotti...).

Torrentismo (Sport che coinsiste nel mangiare piu' torroni possibili...).

Come non si fa ad essere attratti e sedotti da Sport del genere anche se sottolineo i miei Sport preferiti tra quelli citati sono Fuoristrada e Salvamento...

Voi che ne penZate e quale tra gli Sport citati vi garba di piu'?

Adie

Etichette: ,

9 Comments:

Anonymous prof. legolas pennedenana said...

Difatti la ben nota scrupolosità di Immanuel Kant trovò anche in sede alimentare un suo campo d’applicabilità: il filosofo tedesco fu sicuramente quello che definiremmo oggi una “buona forchetta”. In particolare, quando assaggiava qualcosa di nuovo che gli piaceva, non mancava di farsi dare la ricetta. Tra le sue abitudini alimentari più bizzarre ricordiamo che, quando mangiava la carne, la masticava a lungo in modo da ricavarne il succo, che poi ingoiava, mentre la parte solida non veniva ingoiata. Non era di suo gradimento la cucina particolarmente sofisticata: preferiva quella semplice e alla buona. A differenza delle abitudini moderne, tutti i suoi pasti duravano molto, poiché non mangiava velocemente e non gli piaceva alzarsi dalla tavola subito dopo aver finito il pasto. Non mangiava mai da solo, poiché sosteneva che mangiare da soli è nocivo e che c’è sempre bisogno di una buona compagnia, alla quale faceva recapitare sin dal mattino l’invito a pranzo. Preferiva che i commensali fossero da tre a nove: “non meno delle Grazie e non più delle Muse”. Un aneddoto racconta che, un giorno, ritrovandosi da solo, disse al proprio cameriere di invitare il primo passante a pranzare con lui. Solamente i suoi pranzi erano particolarmente lunghi ed elaborati; la sua colazione, invece, che consumava alla cinque del mattino, consisteva soltanto in una o due tazze di tè. Durante le stagioni calde, sembra che Kant avesse l’abitudine di mangiare con la finestra che si affacciava sul giardino aperta, in modo che l’aria profumata stimolasse il suo appetito e la sua digestione. Si può allora dire che Kant non si cibava solo di quelle idee che sconvolsero il pensiero filosofico a partire dal 1700... Pare aggiungesse la senape ad ogni alimento e andasse matto per il baccalà e per il formaggio olandese.Difatti 'Critica della ragion pratica' è dedicato alle battone.

12:34 PM  
Blogger Lale said...

Un appunto e una precisazione...

L'appunto: non ti burlar dell'aeromodellismo, che io una volta da piccino mi ci son incollato tutti i diti con la famosa colla che attacca in due nanosecondi.
Come vedi, bisogna essere preparatissimi in questo sport, per lo meno in quantita' di bestemmie da lanciare in casi simili.

La precisazione: nel biliardo sportivo, come dice il nome, se perdi non ti incazzi e usi la stecca a mo' di oggetto billiforme tra le terga dell'avversario che ti ha appena sconfitto.
Pertanto e' uno sport meno nobile del semplice biliardo dove, come si sa, tutto e' permesso.

12:48 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ma senti un po' Grisson,esiste davvero questo circolo di minchioni con le relative attività,o è un tuo frutto immaginifico?

Ho paura di sapere la risposta

conigliolo

3:18 PM  
Anonymous Filippo said...

ovunque vado incontro il buon vecchio banner dell'amico burbero! L'infinita Blogsphere sembra così piccola a volte!

6:16 PM  
Anonymous Laura said...

Ma a me sembra un volantino del Ventennio,è possibile?Comunque,lo sport più bello è il torrentismo,seguito dal fuoristrada.

6:43 PM  
Blogger IO_ME_STESSO_ME said...

Conigliolo mi spiace questa associazione esiste veramente...
Un saluto di benvenuto a Laura e a Filippo
Adie

10:51 PM  
Anonymous franny said...

a me piace ipnosopravvivenza: a chi dorma di più, a parità di ore, a chi ha fatto il sogno più : FOLLE (3 punti) GUDURIOSO (2 punti) SAGGIO (1 Punto).

12:08 AM  
Anonymous Anonimo said...

manca solo il saltafoss _leo_

3:10 AM  
Anonymous Anonimo said...

non solo esiste....per non dire da chi è gestito in calabria !!!! BRRRR da brividoooooooooo!

12:10 PM  

Posta un commento

<< Home