mercoledì, aprile 18, 2007

Spay Dubbio



Ora gIente non sapente vi spiego perché gli Europei sono stati assegnati alla Polonia e all'Ukraina:

  1. I bambini Italiani Pregavano la Madonnina che non esiste esiste solo quella Negra di Czestochowa.
  2. Il Papa che è morto era Polacco.
  3. La Juve è in serie B e la Francia ha perso i mondiali con l'Italia e questo fa girare di morto i coglioni al presidente UEFA Platini.
  4. Sevchenko ha promesso di far partire un oliodotto da casa sua a Kiev fino alla sede dell'UEFA per non fargli pagare il Gas d'inverno quando fa freddo.
  5. In Ukraina L'è pieno di Phie
  6. Pure in Polonia.
Vi Bastano queste sei motivazioni?

Adie

Etichette:

8 Comments:

Blogger Marco Ferri said...

Sì, direi che bastano. Quindi però se in futuro avremo -Diocenescampi!- un papa sanmarinese, gli europei potrebbero essere assegnati all'antica terra dell'evasione fiscale?

5:50 PM  
Blogger Giovanni said...

Direi che la 5 e la 6 sono condivisibili

6:25 PM  
Anonymous Anonimo said...

secondo me è tutta colpa di Valentino Rossi

12:56 AM  
Anonymous dessd said...

gli europei?calcio?bah...in ogni caso ok confido nei tuoi sei punti...quelli di sutura però! ;P

8:35 AM  
Anonymous laura said...

Secondo me la 3 è la vera motivazione.Per quanto anche la bruttezza del logo italiano penso abbia giocato una sua parte.Ma cos'è quella roba,sembra il marchio di Telepace!

9:42 AM  
Blogger IO_ME_STESSO_ME said...

X MArco Ferri: Che ti han fatto i Sanmarinesi?

X Giovanni: quake delle 6 non condividi?

X Anonimo: ma anche lui la su colpa ce l'ha

X Dessd: Dici che i 6 punti li dovrei mettere in testa e far smettere di sanguinare l'arcata sopracigliare?

X Laura: ma anche le altre sono verosimili...

Adie

10:08 AM  
Anonymous Anonimo said...

Le zoccole polacche sono meno care

Conigliolo

2:46 PM  
Blogger Giovanni said...

Non ho detto di non condividere le altre, ma che la 5 e la 6 sono, in linea generale, condivisibili.
Comunque sia non condivido che il Papa morto fosse Polacco.

7:03 PM  

Posta un commento

<< Home